La didattica

 

I Licei Artistici sono scuole superiori che hanno la finalità di sviluppare le capacità sia teoriche sia pratiche nel settore delle arti visive, della progettazione e della comunicazione. Il Liceo Artistico è consigliato a chi desidera approfondire lo studio delle discipline artistiche e voglia dedicarsi all'applicazione pratica delle stesse. Contrariamente a ciò che si pensa, per iscriversi al Liceo Artistico non è necessario essere bravi in disegno. Occorre solo voglia di dedicarsi alla creatività in tutte le sue forme.

 

Cosa si propone il Liceo Artistico?

La denominazione "Liceo Artistico" sintetizza le caratteristiche di questo Istituto: esso è infatti un "Liceo" nel quale si intende sostenere una cultura di base umanistico-scientifica; "Artistico", in quanto le discipline pittoriche, plastiche, architettoniche, della comunicazione visiva e del design costituiscono l’area della specificità. L'obiettivo che la scuola si propone è quello di formare degli operatori nel campo delle arti visive che, oltre a possedere conoscenze e competenze tali da consentire loro la prosecuzione degli  studi in campo universitario, siano opportunamente orientati nei campi connessi con il "fare artistico" (comunicazione, pubblicità, pittura e decorazione, architettura, design...).

 

Com'è organizzato?

Il liceo artistico nella nuova definizione (dopo la recente riforma dei licei) articola la propria offerta formativa in sei diversi indirizzi di studio: arti figurative, architettura e ambiente, design, grafica, audiovisivo e multimedia, scenografia. La struttura del corso degli studi del nuovo liceo è articolata in cinque anni, ripartiti in due bienni e un monoennio. Il primo biennio è comune a tutti gli indirizzi. La scelta dell’indirizzo di studi e delle eventuali sezioni si attiva ed è operativa a partire dal terzo anno. Gli indirizzi attualmente disponibili presso il nostro Liceo sono i seguenti:

  • Arti Figurative
  • Architettura e Ambiente
  • Grafica
  • Design
  • Scenografia

Ogni indirizzo si caratterizza, a partire dal terzo anno, per la presenza di ore di Laboratorio specifiche:

- nel laboratorio di figurazione dell’indirizzo Arti Figurative, lo studente acquisisce e sviluppa la padronanza dei linguaggi delle belle arti: disegno, pittura, decorazione, modellazione plastica;

- nel laboratorio di progettazione dell’indirizzo Architettura e Ambiente, lo studente acquisisce la padronanza dei metodi di rappresentazione specifici dell’architettura e delle problematiche urbanistiche e ambientali;

- nel laboratorio di progettazione dell’indirizzo di Grafica, lo studente acquisisce e sviluppa la padronanza dei linguaggi e delle tecniche della comunicazione visiva e pubblicitaria;

- nel laboratorio di progettazione dell’indirizzo Design, lo studente acquisisce la padronanza dei metodi di rappresentazione specifici del design d’interni, industriale e dell’arredo;

- nel laboratorio di progettazione dell’indirizzo Scenografia lo studente acquisisce i metodi, le tecnologie e i processi di lavorazione della scenografia realizzativa (elementi pittorici, scultorei, costruzioni plastiche, architettoniche e strutturali, multimedialità, tutti funzionali alla scenografia e all’allestimento espositivo).

 

Cosa si fa?

L’organizzazione didattica prevede:
lezioni frontali (lezioni teoriche nelle discipline curricolari);
attività di laboratorio (scultura, pittura, architettura, disegno dal vero, anche con modelli viventi, grafica e computer-grafica);
momenti di approfondimento individuale e di gruppo;
visite guidate a musei e mostre;
promozione di eventi di interesse artistico-culturale;

Il Liceo Artistico inoltre, promuove l’interazione con il territorio attraverso la collaborazione con associazioni, enti con fini sociali, aziende, e partner vari, tutti accomunati dalla voglia di avvalersi dell’enorme risorsa creativa che sono i nostri ragazzi. Ideazione di campagne di sensibilizzazione, realizzazione di manifesti e spot pubblicitari, mostre, attività teatrali, sono solo alcune delle tante iniziative che hanno contraddistinto il Liceo negli ultimi anni.

 

Che cosa offre?

Il Liceo Artistico di Latina è dotato di:

- tre aule speciali di disegno dal vero
- tre aule speciali di modellato
- un laboratorio di modelli di architettura
- tre aule multimediali dotate di postazioni PC
- un’aula video con proiettore digitale
- un’aula dotata di Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)
- un’aula magna corredata di impianti audio-video
- spazi per esposizoni ed eventi culturali
- una biblioteca
- due palestre

 

Che cosa s’impara?

- a disegnare e dipingere
- a modellare e scolpire
- a lavorare con gli strumenti digitali
- a progettare al computer
- a progettare un edificio o un oggetto
- ad organizzare gli spazi in cui si vive
- a dare forma alla comunicazione
- a comunicare con le immagini
- a conoscere, apprezzare, difendere i beni culturali e ambientali
- a ricercare e trattare informazioni utili a realizzare tutto questo

 

Che cosa si diventa?

Il Liceo Artistico non è una scuola professionale: oltre a porre le basi per future attività lavorative, serve a far acquisire una formazione culturale generale, con una particolare attenzione ai linguaggi e alle forme dell’espressione artistica; in esso si diventa sempre più creativi, originali, sensibili al bello, critici, capaci di osservare e analizzare un’immagine, un oggetto, un colore, un manifesto pubblicitario, di esprimere le proprie idee, di accettare la novità e la diversità come ricchezza.

 

* con Informatica al primo biennio
** Biologia, Chimica, Scienze della Terra
*** il laboratorio artistico ha prevalentemente una funzione orientativa verso gli indirizzi attivi dal terzo anno e consiste nella pratica delle tecniche operative specifiche, svolte con criterio modulare quadrimestrale o annuale nell’arco del biennio, tra cui le tecniche audiovisive e multimediali.
N.B. É previsto l’insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato